Due poesie

di Leonardo Sinisgalli
A.V, nn.1-4 (gen-set 1953)

 

DAVANTI ALLA TOMBA DI FEDERICO II 
NEL DUOMO DI PALERMO
Chi vince contro il Regno
delle Cose senza Nome?
Cadde come un nido vuoto
la tua corona, come una piuma
il tuo scettro.
La tua gloria è un mucchietto di parole.
Non ti negasti al gesto debole,
alle estasi vergognose, al palpito
nella gola, al tremore nel petto.
Per una misera rosa,
per una pazza zanzara.
Ora non odi strisciare
la luce dietro le porte?
Sotto il marmo e dentro le travi
crescerai nella morte.

 

IN MEMORIA
Non vieni che a raffiche
di laggiù. Il cuculo
grida al vento.
Cadono i bruchi
sui gradini della tua casa
chiusa da anni.

14 Maggio 2021