Sito ufficiale della Fondazione "Leonardo Sinisgalli"

Resoconto 2016

Il 2016 è stato un anno davvero intenso per la Fondazione Leonardo Sinisgalli. Proviamo a sintetizzarlo, ricordando il lavoro svolto dal Consiglio di amministrazione  - Mario Di Sanzo, Biagio Russo, Rocco Brancati, Antonella Pellettieri, Marisa Enea, Domenico Totaro - e dallo staff  - Veronica Pricoli, Caterina Venece, Franco Accinni, Laverio Pascarelli -, ma anche dai collaboratori come Giancarlo Riviezzi, Valentina Di Biase, Ingrid Stefani, Tonino Calvino e tanti altri che a vario titolo ci hanno aiutato.  
Un lavoro di squadra silenzioso, quotidiano e invisibile nella Casa delle Muse, fatto di solida pianificazione e progettualità, visibile durante gli eventi pubblici, costantemente gratificato dai Soci fondatori, il Comune di Montemurro e la Regione Basilicata, ma anche dai tantissimi fan sparsi in tutta Italia che non fanno mai mancare consenso, suggerimenti e perché no il loro 5x1000.
Tantissimi e differenti gli eventi realizzati, con ospiti di altissimo profilo, visite di scuole e gruppi presso la Casa delle Muse, inaugurazioni, presentazioni, convegni, fiere, pubblicazioni scientifiche e nuovi prestigiosi Soci, come l’Università degli studi della Basilicata, il Parco Nazionale dell’Appennino Lucano e la Banca di Credito Cooperativo di Laurenza e Nova Siri, a testimonianza della credibilità che l’Istituzione culturale montemurrese ha acquisito dal 2010 ad oggi a livello regionale, nazionale e non solo.
Vigevano, Parigi, Roma, Benevento sono state tappe altamente significative.
Ad aprile, l’artista materano Nicola Filazzola, uno dei “pupilli” di Sinisgalli, ha portato in mostra a Vigevano le sue opere, riunendole in un catalogo che reca in apertura proprio un testo critico del maestro Sinisgalli.
A maggio è stato inaugurato presso l’Italiano di Cultura a Parigi,  “Il viale dei canti”, un’opera multimodale che omaggia i legami tra Francia e Italia, attraverso la riproduzione visiva e sonora dei versi di cinque poeti italiani fra Ottocento e Novecento, incisi dall’artista Giuseppe Caccavale in carattere Tallone su una parete di 50 metri. Fra questi, anche Leonardo Sinisgalli con i versi di “Private prospettive”.
Nella città sannita di Benevento, dove Leonardo Sinisgalli frequentò il prestigioso Collegio de La Salle dal 1920 al 1925, è stato organizzato a settembre, dall'associazione Isidea e il patrocinio della Provincia di Benevento, un convegno multimediale dal titolo “Sinisgalli in collegio”
Due gli eventi romani che hanno coinvolto la Fondazione.
A settembre presso l’Auditorium di Via Veneto della Fintecna,  si è inaugurata la mostra “Leonardo Sinisgalli. Deus Ex Machina” a cura del gruppo GMG Progetto Cultura  in collaborazione con la Fondazione Leonardo Sinisgalli.
A dicembre abbiamo partecipato alla Fiera Nazionale della piccola e media editoria “Più libri, più liberi”, con il nostro materiale promozionale nello stand del Consiglio Regionale della Basilicata, e con la presentazione del volume “La Basilicata di Leonardo Sinisgalli nella Civiltà delle macchine”. Tra i relatori, il Presidente Franco Mollica, il saggista Giuseppe Lupo, i curatori, Biagio Russo e Gianni Lacorazza e l’attore, Antonio Petrocelli.
Per quanto riguarda il palinsesto regionale, la Fondazione è stata protagonista di una serie di appuntamenti estivi all’aria aperta. A Tolve e ad Anzi, in collaborazione rispettivamente con l’Archeoclub d’Italia “Tulbium” e il Comune, sono state organizzate due serate sinisgalliane, con la mostra fotografica di Raffaele Luongo, musica dal vivo e la presentazione del volume "Leonardo Sinisgalli. Un geniaccio tuttofare tra poesia e scienza". Ad Accettura, invece, menzione speciale della Fondazione Sinisgalli e targa d’argento per la poetessa Lucianna Argentino, in occasione del premio letterario L’albero di rose.
Nel capoluogo regionale, a ottobre, la Fondazione ha patrocinato e ha partecipato, con un proprio stand espositivo a BLU, la Biennale del libro universitario organizzata presso l’Università degli Studi della Basilicata.
L’attenzione della Fondazione Leonardo Sinisgalli alle scuole ci ha consentito di incontrare più di 2.000 studenti e i loro docenti. Da febbraio a maggio,  abbiamo accolto a Montemurro 15 comitive scolastiche nell’ambito del progetto Feem Energy. Tra settembre e ottobre, abbiamo organizzato le “Lezioni del Novecento” , portando in cattedra, nei quattro appuntamenti tra Potenza e Montemurro, Antonio Calabrò, Giovanni Ziccardi, Ermenegildo Caccese e Silvana Arbia, che hanno affrontato con i ragazzi quattro grandi temi di attualità: la lotta alla mafia, l’odio in rete, la teoria della relatività e la mission dell’Europa alla luce del rispetto dei diritti umani. Abbiamo inoltre firmato due interessanti convenzioni con l’Istituto comprensivo “Sinisgalli” di Potenza e il Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Siena
Montemurro è ormai un polo di riferimento culturale grazie anche alla Fondazione sinisgalli. È qui nel borgo della Val d’Agri che si è svolto il gran numero di eventi, i cui effetti mediatici sono rimbalzati quasi quotidianamente nei tg, sulla carta stampata e in rete.
Nelle sere d’estate la rassegna “Le Muse di Sinisgalli nell’Orto di Merola”, ha coinvolto quattro scrittori lucani: Rocco Brancati che ha curato il volume “Gerardo Guerrieri. Tutto il mondo è un palcoscenico”, Giuseppe Lupo, con il romanzo “L’albero di stanze” , Mimmo Sammartino con “Il paese dei segreti addii” e l’attore lucano di fama nazionale, Antonio Petrocelli,  con la silloge poetica “Garofani”.
Il clou della nostra attività si è svolto fra ottobre e novembre in occasione della quinta edizione del “Furor Sinisgalli. L’avventura delle due culture”
Nel primo appuntamento, Vittorio Marchis del Politecnico di Torino, ha presentato il volume Le cose di casa e ha tenuto una “Lezione anatomica su una macchina da scrivere”. Il convegno “Per una cultura dell’incontro nelle arti” è stata invece l’occasione per conoscere da vicino “Il Viale dei Canti” parigino, grazie agli interventi di Giuseppe Caccavale, Franco Vitelli e Giulia dell’Aquila (neoeletta quest’anno nel Comitato Scientifico della Fondazione).
Gli ultimi appuntamenti del Furor sono stati invece dedicati a due nuove pubblicazioni della Fondazione Sinisgalli: il secondo Quaderno della Fondazione dal titolo Conversazioni sinisgalliane, con testimonianze, interviste e dialoghi di e sul poeta delle due Muse, e il volume La Basilicata di Leonardo  Sinisgalli nella Civiltà delle Macchine con articoli dedicati alla Basilicata, pubblicati sulla rivista aziendale fondata e diretta da Sinisgalli tra il 1953 e il 1958. Tra i presenti, il saggista e docente Marino Faggella, il Presidente della Provincia di Potenza Nicola Valluzzi, e il Direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019, Paolo Verri.
Accanto a queste due pubblicazioni, vanno citate le ristampe del volume Leonardo Sinisgalli, la casa delle Muse e la Fondazione e del primo Quaderno, Oltre Sinisgalli. I mutamenti nella scrittura lucana e meridionale. Fresca di inchiostro è la pubblicazione di un pieghevole sulla Casa delle Muse per i visitatori e gli studenti. Un ulteriore strumento di diffusione e di promozione che si aggiunge al nostro sito, aggiornato quotidianamente e visitato da 600mila persone, ai social, e alla newsletter mensile con cui da aprile, teniamo informati gli oltre 500 amici della mailing list sulle nostre attività.
La sesta pubblicazione dell’anno della Fondazione è una vera e propria strenna natalizia per i cultori sinisgalliani. Silvio Ramat dell’Università di Padova e Clelia Martignoni, dell’Università di Pavia, insieme al ricercatore Luca Stefanelli hanno voluto che fosse la Fondazione Sinisgalli a curare la loro pubblicazione dal titolo Tra ghiande e coccole. Omaggio a più voci per Leonardo Sinisgalli, che verrà presentata a febbraio.
Siamo un presidio culturale quotidiano, a disposizione di Montemurro, della Valle, della Regione e di tutti coloro che da tutta Italia ci richiedono volumi e informazioni. Vogliamo chiudere questo anno di grandi traguardi facendo gli auguri per le tesi di laurea pubblicate su Sinisgalli nel corso del 2016, a Denise Russo (a Firenze) e ad Antonella Graziano (a Salerno) e ricordando il maestro Antonello Leone.
A voi tutti auguriamo buone feste e un sereno 2017.

30 Dicembre 2016

Fondazione
Leonardo Sinisgalli

C/so Leonardo Sinisgalli,44
85053 - Montemurro (Pz)
Tel./Fax 0971753660
C. F. 96058490762

1202133