Sito ufficiale della Fondazione "Leonardo Sinisgalli"

Editoriale, anno I, numero 1

A.I, n.1 (giu 1964)

In anni più severi (e più ottusi) sarebbe venuto naturale dare a questa rassegna un titolo astratto, aaa per esempio, architettura abitazione arredamento. Ma una sigla, oggi, ci fa solo il solletico.
Il caso colpisce la macchina scura più che la macchina chiara. Non è l'estetica che vince sulla scalogna. Bach fa più latte di Strawinsky nelle stalle modello. Il nostro tempo scopre nuovi legami tra il bello e l'utile. Sottilizza con le sedie, le selle, gli sgabelli, i sedili. Accantona il purismo e mette in dubbio il consiglio di Le Corbusier ai malati di insonnia: dormite in una stanza cubica!
Questa esplorazione nel dominio domiciliare ci pare indifferibile. Alla genericità degli schemi e dei programmi, ai destini generali come ha detto un poeta, possiamo opporre la poca carità che ancora ci resta, il tesoro di cultura che ancora si spreca.
L'horreur du domicile: il cittadino scappa da casa per rifugiarsi in ufficio o in officina o in bottega. In automobile trova la solitudine.

29 Gennaio 2012

Fondazione
Leonardo Sinisgalli

C/so Leonardo Sinisgalli,44
85053 - Montemurro (Pz)
Tel./Fax 0971753660
C. F. 96058490762

2593980