Sito ufficiale della Fondazione "Leonardo Sinisgalli"

Eventi 2019

2019: tanti e importanti i traguardi raggiunti

resoconto 2019

Il 2019 è stato un anno importantissimo per la Fondazione Leonardo Sinisgalli, tanti sono i traguardi raggiunti.
L’8 ottobre ha infatti visto la luce, per i tipi di Mondadori, il “Furor Mathematicus”, il saggio che al meglio esprime il multiforme ingegno sinisgalliano. Un risultato straordinario raggiunto grazie alla sinergia con altri soggetti, cui va il più sentito ringraziamento: l’erede testamentaria di Sinisgalli, la dott.ssa Ana Maria Lutescu, l’editore Mondadori, la BCC Basilicata, i soci fondatori e sostenitori della Fondazione, i curatori delle opere.
L’iniziativa “Capitale per un giorno” dedicata ai comuni lucani, organizzata dal Comune di Montemurro in sinergia con le associazioni del territorio. Nelle tre giornate di eventi, dal 2 al 4 maggio, la Fondazione ha dato il proprio contributo presentando una serie di appuntamenti: la mostra delle opere dell’esperto di grafica Mauro Bubbico “Le raffiche di grandine e il canto della cicala”, la lettura di Sinisgalli da parte del professore della tv Michele Mirabella, il Conciorto dei musicisti e scrittori Biagio Bagini e Gian Luigi Carlone e il laboratorio di fumetto e illustrazione con Erika de Pieri, Francesca Carabelli e Otello Reali, dedicati agli alunni della scuola primaria di Montemurro.
Per il 2019 il circuito ACAMM ha inaugurato a fine agosto nei 4 comuni le mostre dedicate a quattro personaggi dell’arte europea del XX secolo legati alla Basilicata: Pericle Fazzini, Toti Scialoja, Henri Goetz, Assadour.
L’impegno della Fondazione Sinisgalli verso le scuole è stato ampio anche nel corso del 2019: grazie alla visite organizzate fra marzo e maggio dalla Fondazione Enrico Mattei e alla decima edizione delle “Lezioni del Novecento ovvero il Furor Sinisgalli per la scuola”, che hanno portato in cattedra docenti d’eccezione come Fabio Stassi, Mimmo Sammartino, Nicola Coccia, Filippo La Porta, Renato Cantore.
L’agosto montemurrese è stata animata dall’appuntamento serale all’aria aperta “Le Muse di Sinisgalli nell’Orto di Merola”, con la presentazione dei libri di Oreste Lo Pomo (Malanni di stagione), Eliana Di Caro (Andare per Matera e la Basilicata), Claudia Durastanti (La straniera), lo spettacolo teatrale “Cunti di casa” di e con Egidia Bruno e l’omaggio a Rocco Brancati con la presentazione del volume che raccoglie i suoi scritti “Visti da vicino. Alla ricerca della lucanità” a cura della moglie Luciana Fatone.
A ottobre, nell’ambito dell’ottava edizione del “Furor Sinisgalli”, la Fondazione e l’Università degli studi della Basilicata hanno organizzato presso l’aula Magna dell’Ateneo lucano a Potenza la presentazione ufficiale del “Furor Mathematicus” a cura di Gian Italo Bischi.
Fra novembre e dicembre per il progetto “La Forgia di Sinisgalli” sono state organizzate una serie di iniziative: la presentazione del quinto Quaderno della Fondazione, “Le meraviglie di Sinisgalli” di Luigi Tassoni; l’inaugurazione dello mostre “Giulia Napoleone per Leonardo Sinisgalli. Quindici pastelli per le lucide visioni di un amico” alla presenza dell’artista e “Un carciofo in mostra. Sinisgalli e la Superficie Romana di Steiner” a cura di Faber Fabbris; il concerto di Natale con gli United Sounds.
Diverse, infine, le iniziative organizzate da realtà della Basilicata o di altre località italiane, cui la Fondazione è stata invitata a partecipare.


Download
pdf Comunicato stampa

Rassegna stampa
pdf Il Quotidiano del Sud, 4 gennaio 2020
pdf La Gazzetta del Mezzogiorno, 4 gennaio 2020
pdf Il Quotidiano del Sud, 5 gennaio 2020
pdf La Nuova del Sud, 5 gennaio 2020

31 Dicembre 2019

Dai pastelli di Giulia Napoleone al Carciopholus romanus. Omaggio di fine d’anno a Leonardo Sinisgalli

la forgia 2019Montemurro, 21 dicembre 2019
Casa delle Muse, ore 17.00

Casa delle Muse, ore 18.30

Ex Convento di San Domenico, ore 20.00

Con due mostre e un concerto natalizio, nell’ambito del progetto “La Forgia di Leonardo Sinisgalli”, si chiude il ricco 2019 della Fondazione di Montemurro, che nel corso dell’anno ha lavorato intensamente, fra le altre cose, per la ripubblicazione delle opere del poeta delle due Muse.
Il 21 dicembre alle ore 17:00 nelle Casa delle Muse, verrà inaugurata la Mostra “Giulia Napoleone per Leonardo Sinisgalli. Quindici pastelli per le lucide visioni di un amico”. Durante l’inaugurazione – cui prenderanno parte insieme a Giulia Napoleone, Stefania Zuliani, docente dell’Università di Salerno, il Sindaco di Montemurro, Senatro Di Leo e il Presidente della Fondazione, Mario Di Sanzo – sarà presentato il cofanetto-omaggio che raccoglie i pastelli, a testimonianza e ringraziamento per la donazione delle opere da parte dell’artista alla Fondazione
Alle 18.30 seguirà l’inaugurazione dell’esposizione “Un carciofo in mostra. Sinisgalli e la Superficie Romana di Steiner”, a cura del saggista Faber Fabbris. Dopo l’introduzione dal Direttore della Fondazione, Biagio Russo, verranno presentati gli interventi della ricercatrice, saggista e divulgatrice scientifica Sandra Lucente su “Sinisgalli proprio e improprio: la superficie di Steiner e il modulo 3” e quello del curatore della mostra, Faber Fabbris, su “La superfice senza verso. Sinisgalli tra prosa e poesia”.
Alle 20.00 il pubblico sarà invitato a spostarsi nel Ex Convento di San Domenico per il Concerto di Natale a cura degli United Sounds, con Dario Fraccalvieri alla chitarra, Maria Mianulli al flauto, Michi Caroli alle percussioni, Pasquale Barberio alla fisarmonica e Giuseppe D’Abramo al contrabbasso.
Seguirà un brindisi augurale per le festività natalizie.


Download
pdf Comunicato stampa
pdf Scheda protagonisti
jpg Manifesto
jpg Cofanetto mostra: Giulia Napoleone per Leonardo Sinisgalli
jpg
Cofanetto mostra: Un carciofo in mostra

Rassegna stampa
pdf La Nuova del Sud, 17 dicembre 2019
pdf La Gazzetta del Mezzogiorno, 21 dicembre 2019

21 Dicembre 2019

"Rocco Petrone l'italiano dell'Apollo 11". Lectio magistralis di Renato Cantore

furor per la scuola renato cantorePotenza, 30 novembre 2019
Liceo Scientifico "P. Pasolini", ore 10.00

Si chiudono sabato 30 novembre 2019 al Liceo Scientifico “Pasolini” con la Lectio magistralis del giornalista e scrittore Renato Cantore su “Rocco Petrone, l’italiano che portò l’uomo sulla luna”. Introduce Giovanni Latrofa, dirigente scolastico
Per i docenti è possibile iscriversi su Sofia per l'attestato.

Casa delle Muse, ore 18.00

Rocco Petrone, figlio di lucani emigrati in America, artefice della missione spaziale che cambiò il mondo, è dedicato il volume “Dalla Terra alla Luna. Rocco Petrone, l'italiano dell'Apollo 11” (Rubbettino editore, Castrovillari 2019). Cantore lo presenterà a Montemurro insieme a Pierluigi Argoneto, direttore Festival della divulgazione, al sindaco Senatro Di Leo, al direttore Biagio Russo e al presidente Mario Di Sanzo.

renato cantore

 

Renato Cantore, laureato in filosofia, giornalista professionista, ha lavorato per la Testata Giornalistica Regionale della Rai di cui è stato vicedirettore. Ha scritto di storia e storie dell’emigrazione. Per Rubbettino ha pubblicato Il castello sull’Hudson. Charles Paterno e il sogno americano (2012), edito anche nella versione inglese. Su Rocco Petrone ha scritto La tigre e la luna (Rai Eri, 2009) e Dalla Terra alla Luna. Rocco Petrone, l'italiano dell'Apollo 11 (Rubbettino, 2019). Inoltre ha firmato con Marco Spagnoli il documentario Luna Italiana (Istituto Luce, 2019).


  Download
jpg Manifesto
jpg Cartolina
jpg Copertina 

30 Novembre 2019

Assadour nella Casa delle Muse di Sinisgalli

assadour nella casa delle muse
Montemurro, 3 dicembre 2019
Casa delle Muse, ore 18.00

Quando a fine agosto venne inaugurata nella Casa delle Muse la mostra a lui dedicata nell’ambito delle iniziative promosso dal circuito Acamm, l’artista libanese Assadour, di origini armene e trapiantato a Parigi, non riuscì a raggiungere Montemurro, ma promise di farlo.
A questo paese lo legava l’amicizia con Leonardo Sinisgalli, conosciuto insieme a Libero de Libero nel 1968 a Roma e frequentato fino al 1980. In omaggio a questa amicizia, si scelse di portare nella Casa delle Muse una retrospettiva con 51 pezzi fra suoi dipinti, acquerelli, disegni, opere grafiche, libri d’artista, documenti del periodo 1967-2013, curata da Federico De Melis.
La promessa di Assadour è stata mantenuta e così, martedì 3 dicembre alle ore 18:00, per la Fondazione Leonardo Sinisgalli sarà un onore accogliere uno di maggiori artisti contemporanei nella Casa delle Muse, fra le sue opere e quelle dell’amico Sinisgalli.
A dare il benvenuto all’artista saranno il Presidente della Fondazione Sinisgalli, Mario Di Sanzo, il Sindaco di Montemurro, Senatro Di Leo, il giornalista e poeta Mario Trufelli, e il Direttore, Biagio Russo.
Nel corso dell’incontro verrà proiettata un’intervista che Mario Trufelli fece ad Assadour a Matera nel 1995.


Download
pdf Comunicato stampa
jpg Manifesto

Rassegna stampa
pdf Il Quotidiano del Sud, 3 dicembre 2019
pdf La Nuova del Sud, 3 dicembre 2019

03 Dicembre 2019

Le meraviglie di Sinisgalli. Il quinto quaderno della Fondazione

le meraviglie di sinisgalliMontemurro, 23 novembre 2019
Casa delle Muse, ore 18.00

Nell’ambito del progetto “La Forgia di Sinisgalli”, la Fondazione Leonardo Sinisgalli propone una serie di appuntamenti che attraverso la letteratura, l’arte e la scienza, intendono raccontare la poliedricità e il genio del nostro “Leonardo” novecentesco.
Il 23 novembre alle ore 18.00 nella Casa delle Muse, a Montemurro, verrà presentato il quinto Quaderno della Fondazione, Le meraviglie di Sinisgalli (FLS, Montemurro 2019) di Luigi Tassoni, professore ordinario di Letteratura italiana e di Semiotica e direttore del Dipartimento di Italianistica all’Università di Pécs, nonché membro dell’Accademia ungherese delle Scienze e direttore da 25 anni dei Seminari internazionali interdisciplinari di Pécs.
Nel volume l’autore, che in oltre quarant’anni di critica si è addentrato nel complesso mondo di Sinisgalli, ripercorre in modo unitario la sua opera, delineando l’avventura di quell’uomo semiotico che il poeta ingegnere ha incarnato, anche qui in anticipo sui tempi, e interpretando le meraviglie e gli oggetti di un mondo creativo e riflessivo tra i più originali del Novecento europeo.
Alla presentazione dei volume, dopo i saluti del sindaco di Montemurro, Senatro di Leo, interverranno, insieme all’autore, la critica letteraria e saggista Milly Curcio e il Direttore della Fondazione Sinisgalli, Biagio Russo.

luigi tassoniLuigi Tassoni è professore ordinario di Letteratura italiana e di Semiotica, e dirige il Dipartimento di Italianistica all’Università di Pécs. Membro dell’Accademia ungherese delle Scienze, tra le sue opere ricordiamo: Finzione e conoscenza (1989), Poeti erotici del ’700 italiano (1994), Semiotica dell’arte e della letteratura (1995), Sull’interpretazione (1996), Senso e discorso nel testo poetico (1999), Ipersonetto di Zanzotto (2001), Caosmos. La poesia di Andrea Zanzotto (2002), L’angelo e il suo doppio. Sulla poesia di Sandro Penna (2004), La memoria familiare. Due letture incrociate: Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Péter Esterházy (2007), Il viaggiatore visibile. Come leggere i romanzi (2008), Lezione di poesia (2010), Comunicazione e mediazione (2013), I silenzi di Dante (2016), L’immagine del pensiero da Agostino a Derrida (2017). Ha curato, fra le altre, opere di Valéry, di cui ha anche tradotto Charmes (1992), Bertola, Leopardi, Calogero, De Angelis. Autore anche di due volumi e numerosi studi sulla pittura e sul disegno di Mattia Preti, di cui è uno dei maggiori esperti, dirige da 25 anni i Seminari internazionali interdisciplinari di Pécs.


Download
pdf Comunicato stampa
pdf Scheda volume
jpg Manifesto
jpg Copertina

23 Novembre 2019

Fondazione
Leonardo Sinisgalli

C/so Leonardo Sinisgalli,44
85053 - Montemurro (Pz)
Tel./Fax 0971753660
C. F. 96058490762

1276157