Sito ufficiale della Fondazione "Leonardo Sinisgalli"

Eventi 2013

Strenna sinisgalliana 2013

strenna2013

Per fare i suoi auguri di Buon Natale e felice Anno nuovo la Fondazione Leonardo Sinisgalli ha scelto di ricordare il poeta, scrittore e politico lucano Rocco Scotellaro – di cui ricorrono i sessant'anni dalla morte – ospitando la presentazione del volume di Giuseppe Palumbo Uno si distrae al bivio. La crudele scalmana di Rocco Scotellaro (Lavieri Edizioni, Villa d'Agri 2013) e lo spettacolo teatrale Il filo d'erba. Omaggio a Rocco Scotellaro di Dino Becagli. L'appuntamento è per domenica 22 dicembre 2013 alle ore 18.00, presso la Casa delle Muse di Leonardo Sinisgalli a Montemurro.
Alla manifestazione, condotta dal giornalista Rai, Rocco Brancati, interverranno, insieme all'autore, Giuseppe Palumbo, Biagio Russo, Direttore della Fondazione, e Marcello Buonomo della Lavieri Edizioni. L'incontro sarà anche l'occasione per presentare una testimonianza inedita sulla morte di Scotellaro, raccolta da Antonio Salvia durante l'ultima intervista al medico e scrittore lucano Rocco Mazzarone che di Scotellaro fu mentore e amico.

Illustratore di lungo corso, noto soprattutto per la serie Diabolik, Giuseppe Palumbo ha realizzato una rappresentazione a fumetti del primo racconto di Scotellaro, quello che appare anche come il più intenso e linguisticamente vivace, rievocando in una piccola appendice il suo personale incontro con le opere dello scrittore di Tricarico. Le immagini che Palumbo estrapola dal racconto per farle disegno – gli elementi della città, le donne, la figura paterna, gli scorci di paesaggi – restituiscono la "scalmana" di Giorgi Ramorra, alter ego di Scotellaro, nel suo affannoso viaggio verso una meta indefinita.

Alle ore 19.00, Dino Becagli sarà protagonista di monologo dal titolo Il filo d'erba. La lettura di alcune poesie di Rocco Scotellaro verrà intervallata da filmati che ne raccontano la vita. Le immagini sono ispirate al romanzo autobiografico incompiuto "L'uva puttanella" e si completano nel racconto della madre del poeta, Francesca Armento.
Con questo lavoro, Dino Becagli, dopo Pierro e Sinisgalli, completa la triade sui maggiori poeti lucani del '900.


Download
pdf Invito
jpg Locandina
pdf Comunicato stampa

Rassegna stampa
pdf La Gazzetta del Mezzogiorno, 21 dicembre 2013
pdf Il Quotidiano della Basilicata, 21 dicembre 2013
pdf La Nuova del Sud, 27 dicembre 2013

22 Dicembre 2013

Concluso il progetto Liber Sinisgalli

libersinisgalli-libreria-pre

libersinisgalli-libreria-post

La biblioteca sinisgalliana prima e dopo il lavoro di catalogazione.

Si è concluso a metà novembre, dopo 3 mesi di solerte attività, presso la Fondazione Leonardo Sinisgalli a Montemurro, il progetto "Liber Sinisgalli" finalizzato a catalogare il patrimonio librario (2823 volumi acquistati all'asta nel 2003) del poeta-ingegnere.
Il lavoro all'interno della biblioteca sinisgalliana è iniziato nella prima decade di settembre ed è stato preceduto da uno stage di 40 ore, sulle "regole della catalogazione di materiale librario moderno sulla base degli standard italiani e internazionali (Reicat)". La formazione dei sedici giovani catalogatori è stata gestita dalla dottoressa Agata Maggio, specializzata presso la Scuola Vaticana di Biblioteconomia.
Nel primo step, quello più lungo e impegnativo, i catalogatori della Fondazione hanno schedato ogni singolo volume del fondo. E grazie all'ausilio degli strumenti di ricerca messi in rete dal Servizio Bibliotecario Nazionale, si è potuto constatare che tra i molti libri presenti nella fondo sinisgalliano ci sono esemplari rari e, in alcuni casi, unici in Italia.
Terminata questa fase, si è passati alla realizzazione dell'inventario dei testi e si è assegnato a ciascun volume un numero identificativo, per definire con esattezza la consistenza patrimoniale del fondo librario. Contestualmente, come previsto dalle norme di biblioteconomia, si è proceduto alla marchiatura delle pagine con il timbro a secco della Fondazione.
La terza fase è stata quella della "collocazione" finalizzata a ordinare i libri all'interno degli scaffali della biblioteca, utilizzando come criteri l'argomento, le dimensioni del volume e il numero progressivo relativo alla categoria di appartenenza. Per individuare la prima caratteristica i catalogatori si sono serviti della classificazione Dewey, che consente di ordinare lo scibile editoriale in dieci classi (da zero e nove). Relativamente al secondo criterio sono state individuate, sulla base dell'altezza del dorso, cinque tipologie di formato.
Al termine del lavoro di collocazione – molto complesso per la necessità di dare una coerenza logica agli spostamenti delle diverse sezioni, a volte disomogenee – ci si è trovati davanti ad un patrimonio costituito prevalentemente da libri moderni di arte (classe 7) e letteratura (classe 8), un buon numero di testi di matematica (classe 5), filosofia (classe 1), storia (classe 9) e scienze sociali (classe 3). Ad essi si aggiungono alcuni esemplari di pregio e una settantina di testi antichi, ossia realizzati prima del 1831, data convenzionale per distinguere il libro antico da quello moderno.

libersinisgalli-classe

Il Liber Sinisgalli non è servito soltanto ad una semplice ricognizione inventariale del materiale sinisgalliano, di cui si avvertiva la necessità da ben 10 anni, ma ha consentito di ricostruire, in maniera puntuale, la geografia degli interessi e delle passioni di Leonardo Sinisgalli, la sua poliedricità, attraverso i testi che ha letto, studiato e amato. Finalmente i visitatori della casa delle Muse potranno sfogliare, curiosare, apprezzare le chiose a margine e le dediche autografe che spesso impreziosiscono i volumi.
Ma l'ambizione della Fondazione è quella di rendere fruibile tale patrimonio anche a cultori e studiosi di ogni parte del mondo, attraverso le potenzialità offerte da internet. Per realizzare questo obiettivo il primo agosto di quest'anno è stata presentata al Dipartimento Formazione, Cultura e Sport della regione Basilicata la richiesta di adesione al Polo Regionale del Servizio Bibliotecario Nazionale.
Tale adesione implica la concessione del software Sebina, indispensabile per inserire in rete i dati catalografici del patrimonio sinisgalliano. Anche per questo motivo, nella sede della Fondazione sono stati già predisposti due personal computer, che potranno essere utilizzati sia per consultare il catalogo della biblioteca, sia per visionare il ricco materiale digitale presente nella Fondazione, relativo alla figura e all'opera del poeta-ingegnere di Montemurro.


Rassegna stampa
pdf Il Quotidiano della Basilicata, 17 novembre 2013

14 Novembre 2013

Furor Sinisgalli 2

furorsinisgalli2-illustrazione w515
L'avventura delle due culture.

Montemurro (Pz), 18-19-20 ottobre 2013

Venerdì, 18 ottobre 2013
ore 18.00
Ex-convento di San Domenico, Piazza Giacinto Albini
PRESENTAZIONE DEL VOLUME DI POESIE LA DIRIMPETTAIA E ALTRI AFFANNI, DI SILVIO RAMAT, Mondadori, Milano 2013. Sarà presente l'Autore
Introduce e intervista: Oreste Lo Pomo, giornalista e poeta
Intermezzi musicali a cura di Marcello De Carolis (chitarra classica), Michele Perrone (chitarra classica)
Lettura brani a cura di Donatella Dambra

Sabato, 19 ottobre 2013
ore 10.00
Ex-convento di San Domenico, Piazza Giacinto Albini
INTORNO ALLA NATURA DELLA POESIA. SILVIO RAMAT (Università di Padova) INCONTRA GLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI
Intermezzi musicali a cura di Donato Borraccia (violino), Luca Vannata (chitarra), Michele Notarangelo (pianoforte), Raffaele Del Regno (percussioni)

ore 18.30
Ex-convento di San Domenico, Piazza Giacinto Albini, Montemurro
CONVEGNO: "LA LETTERATURA NELLA CIVILTÀ DELL'INDUSTRIA". PRESENTAZIONE DEL VOLUME FABBRICA DI CARTA. I LIBRI CHE RACCONTANO L'ITALIA INDUSTRIALE, Laterza, Bari 2013
Saluti: Biagio Russo, Fondazione Leonardo Sinisgalli
Modera: Mimmo Sammartino, giornalista e scrittore
Interventi:
Antonio Calabrò, Fondazione Pirelli, Milano
Giuseppe Lupo, Università Cattolica di Milano
Giorgio Bigatti, Università Bocconi, Milano
Silvio Ramat, Università di Padova
Intermezzi musicali a cura di Pina Lobosco (violino), Paola Guarino (pianoforte), Suh Eun-Kyoung (voce)

ore 21.30
Ex-convento di San Domenico, Piazza Giacinto Albini, Montemurro
MUSE E MUSICA PER SINISGALLI
Nicole Millo
(recitazione), Pina Lobosco (violino), Paola Guarino (pianoforte), Suh Eun-Kyoung (voce)

Domenica, 20 ottobre 2013
ore 18.00
Ex-convento di San Domenico, Piazza Giacinto Albini, Montemurro
LA FORGIA DI SINISGALLI. TRA L'INCUDINE DEI DOCUMENTI E IL MARTELLO DELLE IDEE. A cura della Biblioteca Nazionale di Potenza e della Fondazione Leonardo Sinisgalli

Mostra fotografica: "Lucania. Paesaggi DiVersi".
Omaggio a Leonardo Sinisgalli di Raffaele Luongo

Esposizione manoscritti sinisgalliani della Biblioteca Nazionale.
Trascrizioni e analisi a cura di Sara Possidente

L'angolo del poeta: La scrivania e la macchina da scrivere di Sinisgalli.
Ritratto ad olio di Maria Padula. Libri, riviste e documenti
Interventi:
Mario Di Sanzo, Sindaco di Montemurro
Biagio Russo, direttore Fondazione "Leonardo Sinisgalli",
Franco Sabia, direttore della Biblioteca Nazionale di Potenza
Sara Possidente, ricercatrice e filologa
Piero Lacorazza, presidente della Provincia di Potenza

ore 19.00
INAUGURAZIONE DELLA CASA DELLE MUSE DI SINISGALLI


Download
pdf
Invito
pdf Manifesto
pdf Comunicato stampa
pdf Comunicato stampa 1a giornata
pdf Comunicato stampa 2a giornata pt. 1
pdf Comunicato stampa 2a giornata pt. 2
pdf Comunicato stampa inaugurazione mostra "La forgia di Sinisgalli"
pdf Comunicato stampa inaugurazione Casa delle Muse

Schede bibliografiche
pdf Scheda protagonisti
pdf Scheda "La dirimpettaia e altri affanni"
pdf Scheda "Fabbrica di carta. I libri che raccontano l'Italia industriale"

Rassegna stampa
pdf La Gazzetta del Mezzogiorno, 15 ottobre 2013
pdf Il Quotidiano della Basilicata, 16 ottobre 2013
pdf La Gazzetta del Mezzogiorno, 18 ottobre 2013
pdf La Nuova del Sud, 18 ottobre 2013
pdf La Gazzetta del Mezzogiorno, 19 ottobre 2013
pdf La Nuova del Sud, 22 ottobre 2013
pdf Il Quotidiano della Basilicata, 22 ottobre 2013
pdf La Gazzetta del Mezzogiorno, 23 ottobre 2013
pdf La Nuova del Sud, 23 ottobre 2013

 

18 Ottobre 2013

Inaugurazione Casa delle Muse

inaugurazione casa delle muse

La Casa delle Muse di Sinisgalli è stata inaugurata il 20 ottobre 2013. La struttura, acquistata dal padre di Sinisgalli nel 1922 dopo aver fatto ritorno dalle Americhe, è situata in Corso Sinisgalli al civico 44, proprio di fronte alla piccola casa dove il poeta nacque nel 1908. Il Comune di Montemurro, dopo averla acquistata e restaurata, l'ha affidata in gestione (con atto del 22 aprile 2013) alla Fondazione Leonardo Sinisgalli affinché la utilizzasse non solo come sede istituzionale, ma anche come contenitore di eventi culturali

La Casa delle Muse di Sinisgalli accoglie il visitatore mediante un portale sormontato da un arco a tutto sesto in pietra calcarea, su cui è incisa la data del 1922. Al suo interno l'edificio si compone di otto sale: due dedicate alla figura di Sinisgalli, una al focolare domestico degli affetti poetici, due alle mostre estemporanee, una sala studio/video e la redazione della Fondazione.
Nella prima sala, in cui è possibile ammirare splendidi mobili in legno, oltre ad alcuni interessanti acquerelli e disegni di Cantatore, Turcato, Guerrini e Gentilini, spiccano due maestosi archi: nel primo vano, l'imponente camino scolpito nella pietra schiude al visitatore l'angolo domestico, con poesie dedicate da Sinisgalli ai propri cari; nel secondo vano lo spazio è occupato dalla redazione della Fondazione e dai manifesti di tutti gli eventi organizzati.
Nella sala sono inoltre esposte le più recenti acquisizioni editoriali sinisgalliane e una postazione multimediale con cui è possibile visionare tutti i videodocumenti in possesso della Fondazione.
La seconda sala ospita invece una ricca esposizione della produzione editoriale del Sinisgalli poeta, narratore e saggista, insieme alla riproduzione delle copertine delle riviste Pirelli, Olivetti, La Botte e il violino, fondate e dirette da Sinisgalli. Su una delle pareti giganteggia il ritratto realizzato da Cantatore nel 1938, accompagnato dai versi dell'epigrafe: Risorgerò fra tre anni/ o tre secoli tra raffiche/ di grandine nel mese/ di giugno.
Il cuore della Casa delle Muse è però costituito dalla biblioteca di Sinsigalli, nella quale sono custoditi i 2823 volumi posseduti dal poeta e recuperati dal comune di Montemurro durante un'asta pubblica nel 2003. I testi sono stati catalogati da un'equipe di catalogatori, guidati dalla d.ssa Agata Maggio. La Fondazione infatti intende aderire al Polo delle Biblioteche di Basilicata per poi entrare nel circuito del Servizio Bibliotecario Nazionale e diventare così fruibile in rete.
Il Fondo Sinisgalli si compone prevalentemente di testi moderni, italiani e stranieri, di letteratura e di arte, cui si accompagnano volumi di storia, filosofia, scienze sociali ed economiche, matematica, diversi periodici e una settantina di libri antichi, stampati prima del 1831. I libri fanno da sfondo ad alcuni oggetti appartenuti a Sinisgalli e che hanno accompagnato il suo lavoro: la scrivania, la macchina da scrivere, il ritratto ad olio del poeta realizzato dalla pittrice, anch'essa montemurrese, Maria Padula.
Nelle due sale adibite alle mostre estemporanee è stata allestita una sezione de "La Forgia di Sinisgalli. Tra l'incudine dei documenti e il martello delle idee", una mostra nata dalla collaborazione della Fondazione Sinisgalli con la Biblioteca Nazionale di Potenza. La sezione intitolata "Paesaggi DiVersi", realizzata da Raffaele Luongo (geologo, musicista, fotografo, appassionato di etno-antropologia) rappresenta una moderna rilettura per immagini dei versi della poesia Lucania. L'altra sezione, curata dalla filologa Sara Possidente, ospita l'esposizione di 11 manoscritti sinisgalliani che illustrano il percorso di riscrittura cui il poeta ha sottoposto i componimenti Spari per San Rocco, Passiflora, Sera di San Lorenzo.
Infine, nella saletta più piccola, è stato realizzato un angolo studio dove poter sfogliare comodamente tutto il materiale presente in Fondazione e fare ricerche tramite due postazioni pc, utili anche per consultare il catalogo della biblioteca sinisgalliana, non appena entrerà nel Servizio Bibliotecario Nazionale.

La Casa delle Muse di Leonardo Sinisgalli è visitabile tutti i giorni dalle 15:00 alle 19:30. Ma, prenotando, è possibile organizzare anche visite in altri orari con gruppi e scolaresche.

20 Ottobre 2013

Liber Sinisgalli - Avviato il progetto di catalogazione

IMG 0444

E' iniziato stamani a Montemurro, presso la sede della Fondazione lo stage gratuito di 40 ore sul tema "Catalogazione di materiale librario moderno sulla base degli standard italiani e internazionali: Reicat". Ben 16 i corsisti presenti: AFFINITO VALENTINA, CANDIA GIUSEPPINA, CHIAVONE LORENZO. CHIAVONE DOMENICO, DAMBRA DONATELLA, DE LUTIO NADIA, DE RISI JULIA, GRAZIANO DORANGELA, IRITANO ANTONIO, IRITANO MARIA ROSARIA, LAURITA LEONARDO, PASCARELLI LAVERIO, PRICOLI VERONICA, ROTUNDO ANNA, RUBINO ANTONIO, VENECE CATERINA.

Docente e responsabile del corso è la dottoressa Agata Maggio, esperta in catalogazione e specializzata presso la Scuola Vaticana di Biblioteconomia. Lo stage,  rivolto  a diplomati e laureati, nasce con l'intento di cooptare collaboratori  per la catalogazione del patrimonio librario di Sinisgalli.

Ad essi, sarà corrisposto, durante la fase operativa, come rimborso forfettario medio, un euro (1,00) a volume schedato. Il corso si svolgerà dal 10 al 14 settembre, la catalogazione partirà il 16 settembre. È prevista a fine stage una visita alla Biblioteca Nazionale di Potenza.

La Fondazione intende aderire al Sistema Bibliotecario Nazionale, la rete informatizzata di servizi nazionali aIla quale sono collegate biblioteche dello Stato, degli Enti locali e delle Università, che contribuiscono alla creazione del catalogo collettivo nazionale in linea, gestito dall'Istituto Centrale per il Catalogo Unico. Questa iniziativa consentirà allo studente, al docente, al cultore di avere tutta una serie di servizi (prestiti, visione di documenti digitalizzati ecc.) oltre quello di consultare, attraverso internet, non solo la bibliografia del Fondo Sinisgalli, che consta di 3.000 volumi, ma uno sterminato catalogo di titoli.

Per info 3468636480


Rassegna stampa
jpgLa Gazzetta del Mezzogiorno, 27 settembre 2013

 

10 Settembre 2013
Fondazione
Leonardo Sinisgalli
Corso Leonardo Sinisgalli, 44
85053 Montemurro, Pz
Tel./fax 0971.753660
755552